Proroga nuovo concorso straordinario al 15 giugno 2022 per i precari con 3 anni di servizio

Il nuovo concorso straordinario bandito sui posti che sono rimasti vacanti dopo le immissioni in ruolo 2021/22, al netto degli accantonamenti per i concorsi ordinari (DD n. 498 e 499 21 aprile 2020) si svolgerà entro il 15 giugno 2022.

Requisiti di accesso

Avere svolto entro i termini di partecipazione indicati nel bando di concorso un servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni, anche non consecutivi, negli ultimi cinque anni scolastici, valutati ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.  Ciascun candidato può partecipare alla procedura in un’unica regione e per una sola classe di concorso e può partecipare solo per una classe di concorso per la quale abbia maturato almeno una annualità.

Esclusi i docenti assunti da prima fascia GPS

La norma esclude dal concorso i docenti che abbiano partecipato alla fase straordinaria di assunzioni di cui al DL 73/2021 art. 59 c. 4. Infatti, la procedura è “Riservata ai docenti non compresi tra quelli di cui al comma 4”.  Il comma 4 è riferito all’articolo 59 del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, con il quale sono state completate le assunzioni dell’anno scolastico 2021/22 con fase ordinaria + assunzioni straordinarie da prima fascia GPS ed elenco aggiuntivo. I posti rimanenti dell’anno scolastico 2021/22 vengono destinati a questa nuova procedura. I docenti già destinatari di nomina da prima fascia GPS non possono concorrere per un ulteriore posto (ma i docenti assunti a tempo indeterminato da altre procedure, sì).

Vale come titolo di accesso anche l’abilitazione specifica o titolo di accesso alla specifica classe di concorso ovvero analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Prova

E’ prevista un’unica prova disciplinare (probabilmente orale)

Graduatorie di merito

Le graduatorie di merito regionali sono predisposte sulla base dei titoli posseduti e del punteggio conseguito nella prova disciplinare.

Individuazione dei vincitori, percorso di formazione

Sulla base dei posti disponibili messi a bando vengono individuati i candidati vincitori e inseriti nelle graduatorie.

Le graduatorie decadono con l’immissione in ruolo dei vincitori.

Percorso di formazione e conferma in ruolo

Una volta individuati, i vincitori sono assunti con contratto a tempo determinato nell’anno scolastico 2022/2023 e partecipano, con oneri a proprio carico, a un percorso di formazione, anche in collaborazione con le università, che ne integra le competenze professionali.

Nel corso del contratto a tempo determinato i candidati svolgono inoltre il percorso annuale di formazione iniziale e prova di cui all’articolo 13 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59. A seguito del superamento della prova che conclude il percorso formativo svolto in collaborazione con l’università, nonché del superamento del percorso annuale di formazione iniziale e prova il docente è assunto a tempo indeterminato e confermato in ruolo, con decorrenza giuridica ed economica dal 1° settembre 2023.

 

Visualizzazioni totali 916 , Visualizzazioni oggi 1 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.