Supplenze: servizio da MAD al 30 giugno ha tutti i diritti e i doveri di un contratto da GPS.

🟢 Il docente assunto da MAD fino al 30 giugno ha tutti i diritti e i doveri di un contratto a tempo determinato fino al 30 giugno, come se fosse stato assunto da GPS o GI.
Infatti, nella circolare del 6 agosto 2021, si afferma  che  “Gli eventuali contratti a tempo determinato stipulati con aspiranti non inseriti in graduatoria e tramite le cd. MAD sono soggetti agli stessi vincoli e criteri previsti dall’ordinanza, ivi incluse le sanzioni previste dall’articolo 14.”
Il vincolo “aspiranti non inseriti in graduatoria” è stato poi derogato dalla nota 29502 del 27 settembre 2021- MAD.
👉Nella circolare si evidenzia che questo è l’unico vincolo ad essere stato derogato, mentre rimane in vigore il vincolo dell’invio della MAD ad un’unica provincia. Pertanto la proposta di supplenza da MAD di due province diverse dovrebbe essere di per sè esclusa.
👉Nel caso in cui fossero state inviate MAD in  provincie diverse (divieto imposto dalla circolare)  non è previsto l’abbandono del servizio in una provincia per una provincia piĂą favorevole, infatti sul SIDI della segreteria della scuola uscente dovrebbe poter visionare la sanzione e diventerebbe impossibile per la segreteria della scuola della seconda MAD poter contrattualizzare il docente.
👉Ciò avviene veramente? Questo è impossibile dirlo.
A nostro parere abbandonare una supplenza non è cosa di poco conto, si permette ai docenti di passare da una MAD all’altra senza criterio, con danno per la didattica.

 

Visualizzazioni totali 383 , Visualizzazioni oggi 2 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *