Immissioni in ruolo personale docente 2022 2023: 94.130 posti, Tabella

Il Ministero dell’Istruzione ha comunicato alle organizzazioni sindacali del settore scuola il contingente autorizzato per le immissioni in ruolo dei docenti relative all’a.s. 2022/2023.

Sono 94.130 i posti autorizzati per le assunzioni degli insegnanti. La procedura per la nomina è automatizzata e per le operazioni ordinarie si attingerà al 50% dalle graduatorie ad esaurimento (GAE) e per il 50% da graduatorie di merito (GM) dei concorsi.

POSTI AUTORIZZATI PER CIASCUNA REGIONE

I 94.130 posti autorizzati dal MEF per le assunzioni in ruolo dei docenti 2022/23 sono così suddivisi per ciascuna regione, in base alla bozza della tabella di cui all’allegato A:

  • Abruzzo – 1.254 posti;
  • Basilicata – 626 posti;
  • Calabria – 2.120 posti;
  • Campania – 4.926 posti;
  • Emilia Romagna – 7.717 posti;
  • Friuli – 2.248 posti;
  • Lazio – 9.549 posti;
  • Liguria – 3.078 posti;
  • Lombardia – 22.177 posti;
  • Marche – 2.009 posti;
  • Molise – 298 posti;
  • Piemonte – 9.300 posti;
  • Puglia – 5.015 posti;
  • Sardegna – 2.706 posti;
  • Sicilia – 3.654 posti;
  • Toscana – 6.397 posti;
  • Umbria – 1.136 posti;
  • Veneto – 9.920 posti.

IMMISSIONI IN RUOLO DA QUALI GRADUATORIE SI ATTINGE

Per le nomine in ruolo dei docenti relative all’a.s. 2022/2023 saranno utilizzate le seguenti graduatorie:

  • per il 50% dei posti – GAE;

  • per il 50% dei posti GM, cioè le graduatorie di merito delle procedure concorsuali già espletate negli anni scorsi, le cui graduatorie siano ancora in essere, e dei concorsi scuola banditi nel 2020 (sia ordinari che straordinari) e conclusi tra il 2021 e il 2022. Nello specifico:

    – per la scuola primaria e d’infanzia saranno utilizzate le GM 2016 e, per i posti rimanenti, le GM 2018 (50%) e le GM 2020 (50%). Per queste ultime è data precedenza ai vincitori del concorso ordinario infanzia e primaria;


    – per la scuola secondaria saranno utilizzate le GM 2016 e, per i posti rimanenti, saranno utilizzate le GM 2018 per il 60% dei posti e, per il restante 40%, le GM 2020 del concorso ordinario 2020 (20%) e le GM del concorso straordinario 2020.

Una parte dei posti sarà accantonata per i vincitori del concorso straordinario bis. Per i posti eventualmente rimasti vacanti si ricorrerà alla call veloce docenti, ovvero alla procedura di assunzione per chiamata diretta. Dopo quest’ultima, per i posti di sostegno si passerà alle assunzioni dalle GPS di prima fasc

Aspettiamo la pubblicazione del decreto MIUR sulle immissioni in ruolo 2022/23 per docenti, che metteremo a vostra disposizione non appena sarà pubblicato.

Visualizzazioni totali 3,828 , Visualizzazioni oggi 1 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *