Graduatorie GPS 22/24, controllo punteggio: dal 12 luglio software aggiornato per la valutazione dei titoli. NOTA MINISTERO

Graduatorie GPS provinciali e di istituto per il biennio 2022/23 e 2023/24: gli Uffici Scolastici, con l’ausilio delle scuole polo sono al lavoro per la valutazione delle domande. Il Ministero emana una nota per l’aggiornamento del software utilizzato per la valutazione delle domande.

Dal 12 luglio – comunica il Ministero – la funzione di Valutazione titoli avrà un diverso contenuto nel campo “punteggio ufficio”.

Detto campo, per le sole domande che l’ufficio non ha già provveduto a validare, conterrà per ciascuna voce prevista dalle tabelle di valutazione dei titoli, un valore corrispondente alla somma dell’ultimo punteggio attribuito nel precedente biennio, di verifica o di validazione, più eventuali punti derivanti da nuovi titoli e nuovi servizi.
Nel caso in cui il punteggio di verifica e di convalida non coincidano, occorrerà un intervento puntuale dell’ufficio/scuola polo finalizzato ad attribuire nel nuovo “punteggio ufficio” la rettifica effettuata in sede di convalida, riportando l’informazione al maggiore livello di dettaglio. Occorrerà riportare il dato puntuale della convalida effettuata dall’UST nel campo “punteggio valutazione”, integrandolo con eventuali punti derivanti dai nuovi titoli e nuovi servizi dichiarati. In ogni caso al fine di favorire l’attività dell’ufficio sarà fornito l’elenco di tutte le graduatorie che ricadono in questa casistica.

Ci sono poi altre funzioni

  • Cancellazione domande, da utilizzare solo nel caso in cui l’intera domanda debba essere cancellata. Nel caso in cui debba essere cancellata una specifica graduatoria occorre procedere con la funzione di Gestione posizione.
  • Validazione massiva. Tale funzionalità potrà essere resa disponibile solo a valle delle operazioni massive di aggiornamento del punteggio dell’ufficio. La funzione potrà essere utilizzata in caso di criticità sui tempi di valutazione delle graduatorie. E’ sempre comunque preferibile optare per la validazione puntuale che presuppone un esame specifico sulle graduatorie oggetto di valutazione.
  • Verifica e convalida domanda. La funzione sarà rilasciata al solo scopo di annullare le convalide e verifiche già fatte nello scorso biennio che impediscono, al momento, di operare sulle domande confermate in assenza di domanda di aggiornamento. Nonostante
    non siano previsti blocchi della funzionalità, le nuove verifiche e convalide, infatti, dovranno essere comprensive dei nuovi titoli dichiarati dagli interessati e, in base al dettato dell’Ordinanza Ministeriale 112 del 6 maggio 2022, non potranno che essere operative in sede di assegnazione del primo contratto, cioè a partire dal prossimo mese di settembre. Si ricorda che le operazioni di verifica e convalida devono essere relative a tutte le graduatorie dell’aspirante e non solo a quella oggetto di contratto. La possibilità di comunicare verifiche e convalide del biennio precedente si è chiusa con la chiusura delle funzioni relative al precedente biennio in quanto i relativi dati, come detto sopra, saranno utilizzati per la nuova valutazione. Nel caso in cui la scuola/ufficio utilizzasse la funzione per comunicare l’esito delle verifiche/convalide dello scorso biennio genererebbe una situazione incongruente.
  • La funzione di Valutazione titoli continuerà a prospettare i punteggi di verifica e convalida del precedente biennio (come caratterizzato in etichetta del campo) fino a che la scuola di verifica non effettuerà la verifica della nuova situazione riscontrata a partire da settembre 2022. Dopo tale operazione il punteggio di verifica del biennio precedente potrà essere consultato dalla funzione di Visualizzazione domande biennio precedente, mentre dalla funzione di Valutazione titoli sarà visibile il punteggio aggiornato e l’etichetta del campo punteggio verifica non conterrà più il riferimento al precedente biennio. Analogo comportamento è previsto per la funzione di convalida. Quindi ci sarà un momento in cui la verifica è relativa al biennio 2022/24 e la convalida al biennio 2020/22 e pertanto è importante consultare sempre l’etichetta del campo.

Salvo operazioni puntuali fatte dall’ufficio, resteranno convalidate con i relativi punteggi di validazione, verifica e convalida le domande confermate degli aspiranti che non hanno presentato domanda.

ALLEGATI:

Nota del Ministero dell’11 luglio agli Uffici Scolastici – Graduatorie provinciali di supplenza anno scolastico 2022/23 – Adeguamenti del software ed istruzioni operative

 

Visualizzazioni totali 1,329 , Visualizzazioni oggi 7 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.