Congedo parentale per entrambi i genitori, nella legge di bilancio previsto aumento dal 30% all’80% della retribuzione, per un mese.

In commissione bilancio alla Camera sono ore di discussione sugli emendamenti alla legge di bilancio 2023. Tra le modifiche proposte dal governo è arrivata anche l’estensione della novità su congedo parentale anche ai papà.

Nella prima versione della legge di bilancio, infatti, il governo aveva previsto l’aumento della retribuzione per il congedo parentale, ma solo per le mamme. La modifica prevedeva, nello specifico, l’aumento dello stipendio della madri lavoratrici dal 30% all’80% della retribuzione, per la durata di un mese.

Con la modifica intervenuta nelle ultime ore, invece, lo stipendio del periodo di congedo sarà aumentato dall’attuale 30% all’80% della retribuzione, per la durata di un mese., sia che si tratti della madre sia del padre.
È una buona notizia, visto che – se guardiamo i dati – vediamo che in Italia fino a oggi quasi l’80% dei genitori che usano il congedo parentale è donna, un segno che il peso del lavoro di cura nelle famiglie italiane è ancora molto sbilanciato verso le mamme: sono quasi sempre le donne, cioè, a dover sospendere il percorso lavorativo per rispondere alle esigenze familiari.

Estendere l’aumento della retribuzione del congedo parentale anche ai padri e non più solo alle mamme potrebbe invece agevolare anche i papà a scegliere di congedarsi per un periodo dal lavoro per dedicarsi alla cura dei figli.

Visualizzazioni totali 337 , Visualizzazioni oggi 2 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *