Bonus di 200 euro, per i lavoratori dipendenti pubblici è automatico non serve dichiarazione – Nota INPS n°2397 del 13-06-2022

Con riferimento all’erogazione nella busta paga di luglio dell’indennità una tantum prevista dal DL “Aiuti” (il cosiddetto Bonus di 200 euro) è intervenuta una nota dell’Inps  n° 2397 del 13-06-2022 con cui si chiarisce che per poterne fruire non occorre presentare alcuna dichiarazione al datore di lavoro da parte del dipendente. Nella nota Inps, infatti, si afferma che “i datori di lavoro, in mancanza di dichiarazione contraria da parte dei dipendenti, devono erogare il bonus insieme alla retribuzione del mese di luglio”. Ciò significa che l’erogazione in favore dei lavoratori sarà automatica a meno che l’interessato non dichiari di non aver diritto al bonus perché titolare di altre prestazioni di cui all’articolo 32, commi 1 e 18 del DL “Aiuti” ad es pensione o assegno per invalidi civili, ciechi, sordomuti.

Inoltre ci risulta che, per i dipendenti della Pubblica Amministrazione che ricevono lo stipendio attraverso il sistema NoiPA, sia in corso di approvazione un provvedimento normativo che stabilisce che, ai fini dell’erogazione dell’indennità una tantum, i dipendenti pubblici non siano tenuti a rendere alcuna dichiarazione poiché la platea dei beneficiari sarà individuata mediante apposite comunicazioni tra Mef e Inps. A questo provvedimento dovrebbe aggiungersi un emendamento specifico per garantire l’erogazione della suddetta indennità ai supplenti temporanei della scuola.

Allegati: DL “Aiuti” (cosiddetto Bonus di 200 euro) Nota dell’Inps  n° 2397 del 13-06-2022 

Visualizzazioni totali 155 , Visualizzazioni oggi 1 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.