🟢🟠 Elezioni RSU, chi, cosa fa e quando si vota.

🔸 Dopo il rinvio, causa emergenza Covid, nel 2022 si voterà per il rinnovo delle rappresentanze sindacali nelle scuole. RSU, infatti, significa letteralmente Rappresentanza Sindacale Unitaria. RSU esiste in ogni luogo di lavoro pubblico e privato ed è costituito da non meno di tre persone elette da tutti i lavoratori iscritti e non iscritti al sindacato.
🔸 La rappresentativa sindacale si forma tramite le elezioni e prevedono la partecipazione al voto di almeno il 50% +1 degli elettori. In caso contrario la RSU non si costituisce e occorre indire nuove elezioni.
🔸 Chi è eletto nella RSU non è un funzionario del sindacato, ma una lavoratrice o un lavoratore che rappresenta le esigenze dei lavoratori senza con ciò diventare un sindacalista di professione.

🟢🟠 La RSU ha diritto di:

– indire l’assemblea sindacale della propria istituzione scolastica;
– usare un proprio albo sindacale, distinto da quello dei sindacati;
– utilizzare i sistemi informatici della scuola;
– utilizzare per lo svolgimento della propria attività un locale richiedendone la disponibilità al dirigente scolastico;
– utilizzare permessi sindacali.

🟠🟢 La RSU svolge il suo ruolo a tempo determinato. Infatti, rimane in carica tre anni, alla scadenza dei quali decade automaticamente e si devono fare nuove elezioni.

🔸 La RSU, come anche le organizzazioni sindacali rappresentative del comparto scuola, ha diritto di disporre in ogni edificio scolastico (e quindi in ogni sede di scuola, plesso, sezione staccata, sezione coordinata) dell’uso gratuito di appositi spazi per l’affissione di giornali murali, notiziari, circolari, manifesti ed altri scritti o stampati ovvero utilizzando ausili informatici che siano conformi alle disposizioni generali sulla stampa e che contengano notizie di carattere esclusivamente sindacale.

Visualizzazioni totali 78 , Visualizzazioni oggi 8 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *